Aurelio Amendola – Andy Warhol

aurelio amendola

E’ visitabile fino al 12 gennaio 2016 alla Galleria degli Antichi di Sabbioneta, Mantova, la mostra Aurelio Amendola. Andy Warhol a cura di Piero Mascitti, storico braccio destro di Mimmo Rotella. In esposizione 22 ritratti fotografici che Aurelio Amendola dedicò ad Andy Warhol in due sue visite alla Factory a New York nel 1977 e nel 1986, pochi mesi prima che il padre della Pop Art morisse. Le foto in mostra, molte delle quali inedite, sono di grande formato, due di 1,80 m x 1,80 m e le altre di 1,25 m x 1,25 m.
Le due serie di ritratti di Warhol sono molto differenti: i primi scatti, quelli del 1977, sono dei ritratti in stile ottocentesco del grande artista americano; nelle foto del 1986, invece, Warhol è già malato e Amendola nella forza severa e sintetica dei suoi scatti rivela l’aspetto spettrale dell’artista degli ultimi anni. La mostra sarà accompagnata da un catalogo edito da Silvana curato da Piero Mascitti con una presentazione di Rocco Guglielmo e testi di Alan Jones, Lorenzo Canova, Fabrizio D’Amico, Walter Guadagni, Marco Meneguzzo arricchita da una lunga intervista ad Aurelio Amendola di Gianluigi Colin. Aurelio Amendola nasce a Pistoia nel 1938.
Nella sua lunga carriera di fotografo sviluppa una particolare sensibilità per la scultura, documentando l’opera di Jacopo Della Quercia, Michelangelo e Donatello, e Aurelio Amendola illustrando numerosi capolavori e monumenti tra cui il pulpito di Giovanni Pisano e il fregio dell’Ospedale del Ceppo a Pistoia, Santa Maria della Spina e il Battistero a Pisa, la basilica di San Pietro in Vaticano. Nel 1994 il volume Un occhio su Michelangelo sulla cappella medicea in San Lorenzo a Firenze vince il “Premio Oscar Goldoni”.
Nel 1997 gli viene conferito il “Premio Cino da Pistoia” alla carriera. La collezione di ritratti di artisti contemporanei viene più volte esposta: nel 1986 ad Arco Fiera a Madrid, nel 1990 alla mostra “Videoarte 2” presso l’Accademia di Francia a Roma, nel 1989 alla Fondazione Stelline di Milano e nel 2005 alla Fondazione Arnaldo Pomodoro di Milano. Ai pittori e agli scultori del Novecento dedica numerose monografie, tra cui quelle su Marino Marini, Manzù, Fabbri, Ceroli, Vangi, Kounellis. In questi anni dedica due mostre ad Alberto Burri: nel 2006 al Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia a Madrid; nel 2007 alla Fondazione Magnani Rocca di Parma. Nel 2007 è il primo fotografo a esporre all’Hermitage di San Pietroburgo le riprese delle sculture di Michelangelo Buonarroti. Nel 2008 la Fondazione Gam di Torino acquista alcune fotografie, esposte successivamente al Castello di Rivoli. La casa editrice FMR pubblica il volume d’arte Michelangelo. La Dotta Mano, con immagini di Amendola. Nel 2009 partecipa a “United Artist of Italy” alle Stelline di Milano. Vive e lavora a Pistoia.

Commenti da Facebook

Articoli correlati

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE